Explorer

ALBANIA

A pochi km dalle coste italiane, si trova un paradiso inesplorato: l’Albania è uno degli ultimi angoli d’Europa in grado di catturare i viaggiatori con il suo fascino esotico fuori dal tempo. La varietà di paesaggi, in una terra così piccola, ci lascerà sbalorditi: le Alpi Albanesi, le «creste maledette» dove vige ancora oggi il Kanun, sono un paradiso del trekking, mentre Tirana, affascinante libro aperto sulla storia moderna d’Albania, e gli splendidi borghi ottomani di Berat e Gjirokastër, sono il filo che lega le montagne del nord e la celebre riviera albanese a sud. Se le cale tra Ksamil e Dhërmi sono ormai note ai viaggiatori più attenti, la selvaggia penisola di Karaburun rimane un segreto ben custodito, capace di evocare il fascino antico dei tempi dei pirati dell’Adriatico

Il tocco BHS

A passo lento, andremo alla scoperta degli angoli più remoti dell’Albania, dove riscopriremo le abitudini di vita delle piccole comunità rurali mai sfiorate dal turismo. Nelle Alpi percorreremo i sentieri dei pastori tra Valbona e Theth, e, nell’Albania centrale,  sposteremo le lancette indietro di 100 anni nel piccolo villaggio montano di Grabovë e Sipërme, abitato dai nomadi Aromuni

 

Highlights

 I paradisi nascosti della riviera albanese

 Trekking tra i villaggi delle Alpi albanesi

 Gli "occhi blu" di Theth e Siri i Kaltër

 Le città ottomane di Berat e Gjirokastër

Dove dormiamo

Guesthouse boutique, guesthouse di montagna

Come ci spostiamo

Auto propria / a noleggio, a piedi

Itinerario viaggio

Day 1: Durazzo e Scutari

Mattina: ritrovo al porto di Durazzo entro le ore 13. Il coordinatore attenderà il ricongiungimento di tutto il gruppo, accogliendo i partecipanti all’aeroporto di Tirana o al porto di Durazzo, a seconda delle modalità di arrivo.  Visita dell’anfiteatro romano di Durazzo e pranzo

Pomeriggio: trasferimento a Scutari, antica capitale dell’Albania. Check-in in hotel e relax nel centro storico, con possibile visita del sorprendente Museo di fotografia Marubi. Visita al ponte ottomano di Mes, del 1770, e, al tramonto, visita del castello di Rozafa, il più bello d’Albania: fu costruito nel XIII secolo su di un’altura che domina sulla città, da cui si aprono viste meravigliose sul lago di Scutari

Sera: cena tradizionale albanese nel ristorante dell’hotel, considerato da molti il migliore della città, e serata a Scutari

Day 2: Verso le Alpi Albanesi: Valbona

Mattina: sveglia molto presto e, lasciate le auto e i bagagli principali in hotel a Scutari, partenza in minibus con driver per Koman. Qui la strada si interrompe, e si prosegue con una spettacolare traversata di tre ore in traghetto fino a Fierza, prima nelle acque del lago Koman e poi lungo il fiume Drin, incastonato in una gola tra le prime vette delle Alpi Albanesi. Arrivo a Fierza alle 12 e prosecuzione in minivan per Valbona, tranquillo villaggio di montagna

Pomeriggio: check-in in guesthouse a Valbona, pranzo, e pomeriggio di relax tra prati e boschi immersi nel parco nazionale della Valle di Valbona, ai piedi delle Alpi, note in Albania come «Bjeshkët e Namuna» (montagne maledette)

Sera: cena e serata a Valbona

Day 3: Trekking Valbona - Theth

Mattina: partenza per il trekking più spettacolare d’Albania: la traversata da Valbona a Theth, i due villaggi principali delle Alpi Albanesi. A partire da Rragami, dove la strada si trasforma in sentiero, leggera ma costante salita, ai piedi delle «montagne maledette», fino al passo di Valbona (1795 m), da cui si aprono viste meravigliose sulle valli di Valbona e di Theth. Pranzo al sacco al passo di Valbona

Pomeriggio: discesa lungo il sentiero che solca la valle di Theth, e arrivo nel villaggio (850 m). Check-in in guesthouse e relax nel villaggio, tra torri e vecchie case di pietra in un anfiteatro naturale di impareggiabile bellezza ai piedi del Maja Jezercë (2694 m), il monte più alto delle Alpi Albanesi

Sera: cena e serata a Theth

Day 4: “Occhio Blu” di Theth

Mattina: partenza per il trekking all’ «Occhio Blu» di Theth, perla nascosta di rara bellezza nelle Alpi Albanesi. La camminata, di circa 18 km tra andata e ritorno, si snoda lungo il corso del fiume Shales, alle propaggini delle «montagne maledette», passando dal villaggio di Ndërlisaj

Pomeriggio: pranzo al sacco e bagni nelle fredde acque dell’Occhio Azzurro, sorgente di origine carsica che ha dato luogo a un’idilliaca piscina naturale immersa nei boschi. Sulla via del ritorno, deviazione e bagno nella paradisiaca cascata di Grunas. Rientro a Theth e visita della Kulla e Ngujimit, splendido esempio di casa-torre utilizzata per scopi difensivi e come prigione per chi avesse violato il Kanun, il famigerato codice d’onore non scritto che ancora oggi regola i rapporti sociali nelle montagne albanesi

Sera: cena e serata a Theth

Day 5: Dalle Alpi a Tirana

Mattina: trasferimento in minibus con driver a Scutari. Arrivo in tarda mattinata e, riprese le auto, spostamento verso Tirana, la capitale dell’Albania. Pranzo nel tragitto

Pomeriggio: arrivo a Tirana, check-in in hotel e visita a piedi della capitale, partendo da piazza Skanderbeg, cuore del centro cittadino, su cui si affacciano il Museo Nazionale e la moschea Et’hem Bej. Visita della Piramide di Tirana, costruita nel 1988 come tributo al dittatore Enver Hoxha e abbandonata nel 1991 dopo la caduta del suo regime: «scalare» la cima della piramide e ammirare il panorama della città dall’alto è un must. Aperitivo nei locali del Blloku, l’ex quartiere dei dirigenti del partito comunista, all’epoca chiuso al popolo, e oggi epicentro della movida di Tirana

Sera: cena e serata nei locali del Blloku a Tirana

Day 6: Bunk’Art e l’Albania rurale

Mattina: visita del Bunk’Art, bunker pensato come rifugio anti-atomico per il dittatore Enver Hoxha: i suoi lunghi tunnel e le sale sotterranee ospitano un affascinante museo di storia e arte contemporanea, che apre una finestra sulla travagliata storia moderna dell’Albania e sulla caduta del comunismo. Partenza per Gramsh, sosta a Elbasan per un assaggio di ballokume, tipici biscotti con farina di mais

Pomeriggio: arrivo a Gramsh, e prosecuzione in 4x4 con driver per Grabovë e Sipërme, villaggio sperduto tra le montagne a 1380 m, abitato dagli Aromuni, pastori nomadi. Check-in in guesthouse, tipica baita di montagna, visita della chiesa del XV secolo e esplorazione del villaggio, dove il turismo non è mai arrivato, per un vero tuffo nel passato

Sera: cena e serata in guesthouse a Grabovë e Sipërme

Day 7: Trekking sul Valamarës

Mattina: dalla porta della nostra guesthouse, ultima casa di Grabovë e Sipërme, inizio del trekking ad anello fino alla vetta del monte Valamarës (2373 m). Si sale lungo il sentiero alto, prima attraverso una fresca pineta, e poi camminando tra le selvagge praterie e pascoli di alta montagna. Arrivo in vetta, da cui si aprono panorami sensazionali: il Valamarës è una montagna isolata, e la vista spazia a 360 gradi su buona parte dell’Albania meridionale

Pomeriggio: dalla cima, discesa agli splendidi laghetti incastonati nelle pendici orientali del Valamarës, bagno e pranzo al sacco. Rientro a Grabovë e Sipërme lungo il sentiero basso, che costeggia un ruscello, rientro in 4x4 a Gramsh, e check-in in fattoria biologica. Relax e possibili passeggiate a cavallo immersi nella natura della farm

Sera: cena a km 0 e notte nei bungalow della fattoria

Day 8: Berat

Mattina: risveglio accompagnato dai silenzi e dai suoni della natura nella farm rurale, relax e, riprese le auto, partenza per Berat. Arrivo in tarda mattinata a Berat, check-in guesthouse e pranzo in locanda tipica del centro storico

Pomeriggio: visita libera di Berat, «la città dalle 1000 finestre», borgo più bello dell’Albania. Il quartiere di Mangalem, sulla riva destra del fiume Osum, brulica di antiche case in tipico stile ottomano e eleganti moschee, creando un presepe vivente dal fascino intramontabile. Salita a piedi al Kala, antica fortezza medievale di Berat che domina sulla valle dell’Osum, e spostamento al quartiere di Gorica, da cui si apre una vista impareggiabile su Mangalem

Sera: cena tradizionale nelle locande di Mangalem, a Berat

Day 9: Përmet e terme di Bënjë

Mattina: trasferimento in auto verso Përmet, nel profondo sud del paese. Superata Përmet, scenic drive lungo la spettacolare valle del fiume Vjosë, verso il confine con la Grecia. Le viste sulle tortuose anse del fiume e la vallata sottostante, non ancora scoperte dal turismo di massa, sono tra le più belle di tutti i Balcani. Deviazione dalla strada principale per le terme di Bënjë e pranzo al sacco

Pomeriggio: nei pressi delle terme, visita del meraviglioso ponte ottomano di Katiu, inserito in un contesto naturale di grande pregio. Bagno rilassante nelle acque termali di Bënjë e spettacolare trekking ad addentrarsi nel canyon di Lengaricë. Rientro a Përmet e check-in in guesthouse

 Sera: cena tipica in locanda nel centro di Përmet, capitale culinaria dell’Albania

Day 10: Gjirokastër

Mattina: trasferimento a Gjirokastër, la «città d’argento», antico borgo ottomano che contende a Berat il titolo di città-museo più pittoresca d’Albania: si tratta dell’unica città in tutti i Balcani ad aver conservato il suo centro storico come 500 anni fa. Arrivo, check-in guesthouse e esplorazione dei bazar brulicanti di vita e botteghe tra i vicoli della città vecchia. Pranzo nei caffè del bazar

Pomeriggio: visita della casa Skenduli, abitazione ottomana del 1700, tuttora abitata dalla famiglia Skenduli, che conserva al suo interno il tipico arredamento ottomano. Visita del castello di Gjirokastër, splendida fortezza in pietra del XII secolo, ristrutturata a partire dal 1812

Sera: cena tradizionale nelle taverne di Gjirokastër

Day 11: Siri i Kaltër e Butrinto

Mattina: trasferimento verso la famosa riviera albanese. Lungo il tragitto, sosta a Siri i Kaltër, splendida sorgente carsica alle pendici dei monti Mali i Gjerë. Il nome, che in albanese significa «occhio blu», è evocativo della bellezza del luogo: al termine di un breve trekking immersi nei boschi, la sorgente si presenta con un abbagliante colore turchese. Possibilità, per i più coraggiosi, di immergersi nelle gelide acque della sorgente, a 12°. Pranzo al sacco

Pomeriggio: spostamento verso la costa sud-occidentale e visita di Butrinto, principale sito archeologico dell’Albania, patrimonio Unesco, le cui spettacolari rovine risalgono ai tempi greci e romani. Arrivo nella vicina Ksamil, all’estremo sud della costa albanese, check-in in hotel e primo bagno nelle limpide acque del mar Ionio. Aperitivo sul mare

Sera: cena e serata nei locali lungo il mare a Ksamil

Day 12: Da Ksamil a Dhërmi: la riviera albanese

Mattina: esplorazione delle più belle spiagge della riviera da Ksamil a Himare. Piccole calette di ciottoli dal mare verde smeraldo si alternano lungo la costa frastagliata del sud dell’Albania, sino a incontrare la magnifica spiaggia di Borsh, la più lunga della riviera (7 km), con gli uliveti a far da sfondo a un mare da favola. Pranzo in spiaggia a Borsh

Pomeriggio: spostamento verso nord lungo la costa, e bagni nella spiaggia di Gjipe: raggiungibile con una camminata di circa 20’, è una delle spiagge più belle e incontaminate della riviera albanese. Birra al tramonto in spiaggia a Gjipe, arrivo a Dhërmi, la più pittoresca tra le cittadine della riviera, e check-in guesthouse

Sera: cena e serata nei locali sulla spiaggia a Dhërmi

Day 13: Penisola di Karaburun

Mattina: sveglia presto e partenza per Valona. La strada, tra le più spettacolari d’Europa, si inerpica con ripidi tornanti fino al panoramico passo Llogara (1043 m), da cui si apre una vista incredibile sulla riviera sottostante. Arrivo a Valona, e imbarco per un’escursione via mare alla scoperta delle meraviglie della penisola di Karaburun. Sosta per un bagno sull’isola di Sazan prima di pranzo

Pomeriggio: bagni a largo e nelle meravigliose spiagge deserte di Karaburun, paradiso segreto d’Albania: questa penisola incontaminata, dalle pendici brulicanti di selvaggia vegetazione, è completamente isolata dal resto del paese, e può essere raggiunta solo via mare. Nel corso dei secoli è stata covo di famigerati pirati, come Haxhi Ali, che qui si rifugiò per molti anni in una grotta marina, oggi visitabile

Sera: check-in in hotel, serata nei locali alla moda di Valona

Day 14: Narta, Zvërnec e rientro in Italia

Mattina: partenza alla scoperta della pacifica e poco frequentata costa a nord di Valona. Ultimo bagno del viaggio a Narta, pittoresco villaggio abitato da una nutrita minoranza greca, incastonato tra una laguna e il mar Adriatico. Visita del monastero di Zvërnec, situato su di un’isoletta nel mezzo della laguna e collegata alla terraferma da un ponticello in legno. Pranzo in spiaggia

Pomeriggio: in relazione alle esigenze dei partecipanti, trasferimento al porto di Durazzo o all’aeroporto di Tirana, fine dei servizi BHS

Costi a persona

a partire da:

900 €

IL PREZZO INCLUDE

  • volo internazionale
  • noleggio auto
  • tutti i pernottamenti con prima colazione
  • coordinatore italiano per tutta la durata del viaggio
  • assicurazione medica (fino a 100.000€)

IL PREZZO NON INCLUDE

Bagaglio da stiva, cassa comune, extra, spese personali e quanto non espressamente indicato

CASSA COMUNE: 250€

  • benzina/ full coverage auto / secondo driver
  • spese del coordinatore
  • ingressi

SUPPLEMENTO DOPPIA: 200€

VISTI

Non necessario

VACCINAZIONI

Non necessarie

DOCUMENTI 

Carta d’identità valida per l’espatrio / passaporto con validità 3 mesi dal giorno del rientro

Scegli quando partire

Blocca online con 100€

MAR-APR
22-04
Albania
Explorer
Da confermare
950

100,00Scegli

APR-MAG
19-02
Albania
Explorer
Da confermare
900

100,00Scegli

MAG-GIU
24-06
Albania
Explorer
Da confermare
900

100,00Scegli

LUGLIO
05-18
Albania
Explorer
Da confermare
900

100,00Scegli

SETTEMBRE
06-19
Albania
Explorer
Da confermare
900

100,00Scegli

Bel viaggio! Voglio saperne di più

Tienimi informato su questo viaggio

Questo sito è proprietà di BHS Traveladvisor S.r.l. - via portaria campagna 71 - 05021 Acquasparta (TR) | Cod. fiscale e P.IVA 02259740567 | Capitale sociale Euro 10.000,00 €