Explorer

KIRGHIZISTAN

In Kirghizistan l’uomo è un ospite delicato sul dorso di immense montagne verdi, spianate erbose bruciate dal sole, canyon infuocati e laghi argentati. Dalla capitale Bishkek e le valli del nord, sino ai piedi del Pamir e del maestoso picco Lenin, vivremo una leggendaria avventura in 4x4 attraverso luoghi remoti, incontaminati, mai sfiorati dalla civilizzazione o dal turismo. Sei mai stato in spazi così aperti e abbaglianti da sembrare bidimensionali? Sei mai stato così in alta quota da vedere volare le aquile da vicino? Hai mai visto le impronte del leopardo delle nevi? Sali in macchina con noi, andremo lontanissimo!

Il tocco BHS

Piccola da fuori, spaziosissima da dentro, colorata, calda, ospitale: la yurta è il simbolo della tradizione nomade, ancora oggi parte integrante della cultura del Kirghizistan, tanto da essere rappresentata anche sulla bandiera: dormiremo nelle yurte, andremo a cavallo in riva a immensi laghi, e assaggeremo i sapori semplici del cibo tradizionale, rimanendo incantati dalle storie di vita di chi, in quelle meravigliose valli, ci è nato

 

Highlights

 Notte ad alta quota sulla sponda dell'Ala-kul

 Un giorno nelle yurte con i nomadi del Song-kul

 La maestosa muraglia bianca del picco Lenin

 Canyon praterie e villaggi sulle sponde dell'Issyk-kul

Dove dormiamo

Guesthouse, yurte

Come ci spostiamo

Jeep 4x4 con driver locali

Itinerario viaggio

Day 1-2: Arrivo a Bishkek

DAY 1 pomeriggio: partenza dai principali aeroporti Italiani per Bishkek

DAY 2 mattina: arrivo, trasferimento in hotel e check-in

DAY 2 pomeriggio: incontro con la guida locale, esplorazione del centro città e visita all’Osh Bazaar

Sera: grande cena kirghisa e serata nei bar della città, notte in hotel

Day 3: Issyk-kul e road to Karakol

Mattina: sveglia presto e partenza con driver in direzione Karakol, all’estremità est dell’enorme bacino salato Issyk-kul, il secondo lago alpino più grande del mondo. Sosta per una visita alla torre di Burana (IX secolo) e i resti dell’antica città sogdiana di Balasagun, 80km a est di Bishkek

Pomeriggio: prosecuzione per Karakol attraversando una grande varietà di paesaggi e costeggiando la sponda Issyk-kul, il cui nome significa «lago caldo», che assume diverse sfumature di azzurro a seconda della luce. Arrivo a Karakol, quarta città del paese ad altissima varietà etnica, visita della città e delle sua chiesa russo ortodossa in legno e della coloratissima Moschea Dungan, costruita in legno senza chiodi dai musulmani scappati dalla Cina nel 1877

Sera:  cena e serata in guesthouse o nei locali di Karakol

Day 4-5: Trekking all’Ala-kul

DAY 4: sveglia presto per raggiungere a piedi l’Ala-kul, un surreale lago turchese incastonato tra le montagne. Trekking di una giornata a risalire la splendida valle di Karakol, tra foreste, praterie e, nelle sezioni più elevate, ripidi ghiaioni. Arrivo nel pomeriggio, notte e cena in yurta sulle sponde del lago Ala-kul

DAY 5: sveglia all’alba e prosecuzione del trekking per valicare il passo dell’Ala-kul (3,800m), da cui si apre una vista meravigliosa sul lago sottostante, per poi proseguire con la ripida discesa in una vallata ricoperta di fitti boschi verso il piccolo villaggio di Altyn-Arashan, dove ci attende bagno nelle acque calde delle terme per recuperare le forze. Notte e cena in guesthouse ad Altyn-Arashan

Day 6: Karako canyon di Skazka

Mattina: partenza per Karakol lungo la costa sud dell’Issyk-kul, desertica e quasi lunare. Visita all’immenso mercato del bestiame

Pomeriggio: sosta all’incredibile canyon  di Skazka, detto «fairytale» per i suoi colori rosso e arancione accesi. Trasferimento verso Khochkor, tra spianate erbose dove pascola il bestiame, il blu profondo del lago e i picchi innevati del Tien Shan tutto intorno. Arrivo e check-in in guesthouse

Sera: cena e serata a Khochkor, villaggio ai piedi del Song-kul

Day 7: Lago Song-kul

Mattina: da Khochkor proseguiremo in alta quota verso il leggendario Song-kul, un grosso lago argentato situato a oltre 3,000m di altitudine e abitato da popolazioni nomadi durante l’estate. Arrivo al Song-Kul

Pomeriggio: tra luci abbaglianti, cavalli in libertà e l’entusiasmo dei bambini kirghisi, condivisione con i pastori del ritmo lento dei pascoli di montagna, tour a piedi e a cavallo

Sera: cena assaggiando piatti e bevande tipiche dei nomadi, e notte nelle loro yurte

Day 8: Road to Osh

Mattina e pomeriggio: colazione e giornata dedicata al trasferimento verso Osh, attraverso i meravigliosi ed incontaminati scenari di prateria e passi di alta montagna del Kirghizistan centrale. Arrivo nel pomeriggio a Osh seconda città del paese, grande centro multietnico della Valle di Fergana e tappa fondamentale della Pamir Highway che la collega con il Tagikistan. Check-in in guesthouse

Sera: cena tradizionale, serata in città, notte in guesthouse

Day 9: Osh e Sary Mogul

Mattina: esplorazione della città, del bazaar e della famosa Sulayman-Too, la ripida montagna sacra che svetta proprio in mezzo al centro città e che ospita musei, cave, moschee e antiche lapidi

Pomeriggio: prosecuzione attraverso la Pamir Highway con meta Sary Mogul, piccolo villaggio 30km a ovest di Sary Tash, ultima tappa kirghisa prima del valico Kyzyl-Art (4,280m) verso il Tagikistan

Sera: cena e serata in guesthouse a Sary Mogul

Day 10-11: Picco Lenin Base Camp

DAY 10: dal piccolo villaggio di Sary Mogul, intera giornata di trekking per l’avvicinamento a uno dei più famosi e ammalianti settemila del mondo, quello che durante l’URSS era noto come Pik Lenina, al confine tra Kirghizistan e Tagikistan. Dopo una lunga giornata di trekking con la muraglia innevata del Pamir davanti ai nostri occhi, arrivo presso il meraviglioso lago Tulpar, nei pressi del campo base (3.600 metri), da cui si può già vedere la vetta del picco Lenin (7.134m). In alternativa, trasferimento da Sary Mogul al Tulpar in 4x4 e trekking di acclimatamento intorno al lago. Cena e notte in yurte sulle sponde del lago

DAY 11: giornata a disposizione: i più allenati potranno spingersi fino al Camp 1 per la scalata, che si trova a quota 4.500m, dopo aver attraversato il magnifico passo del Viaggiatore a 4.130m. In alternativa, giornata di relax e brevi passeggiate nei dintorni del Tulpar

Day 12: Rientro a Bishkek

Mattina: partenza dal lago Tulpar e ritorno ad Osh. Tempo libero in città

Pomeriggio: nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto per prendere un breve volo interno per Bishkek (50’) e rientrare nella capitale, preparandoci al ritorno

Sera: cena e serata a Bishkek, notte in hotel

Day 13: Rientro in Italia

Mattina: tempo libero a Bishkek prima della partenza. Spostamento in aeroporto e volo  per l’Italia

Sera: arrivo in Italia

Costi a persona

a partire da:

2000 €

IL PREZZO INCLUDE

  • volo internazionale e volo interno
  • spostamenti interni con driver
  • tutti i pernottamenti con prima colazione
  • coordinatore italiano per tutta la durata del viaggio
  • assicurazione medica (fino a 100.000€)

IL PREZZO NON INCLUDE

Bagaglio da stiva, cassa comune, extra, spese personali e quanto non espressamente indicato

CASSA COMUNE: 300€

  • escursioni
  • benzina
  • guide alpine locali
  • spese del coordinatore

SUPPLEMENTO DOPPIA: 200€

VISTI

Non necessario

VACCINAZIONI

Non necessarie

DOCUMENTI

Necessario passaporto con validità 6 mesi dalla data di rientro

Scegli quando partire

Blocca online con 100€

MAG-GIU
25-06
Kirghizistan
Explorer
Da confermare
2200

100,00Scegli

AGOSTO
03-15
Kirghizistan
Explorer
Da confermare
2200

100,00Scegli

Bel viaggio! Voglio saperne di più

Tienimi informato su questo viaggio

Questo sito è proprietà di BHS Traveladvisor S.r.l. - via portaria campagna 71 - 05021 Acquasparta (TR) | Cod. fiscale e P.IVA 02259740567 | Capitale sociale Euro 10.000,00 €